venerdì 14 dicembre 2012

maionese alla soja




qui a Parma se hai voglia di mangiare del buon pesce devi svenarti, attenzione, ho detto del BUON pesce, se ci accontentiamo di una cena a base di pesce passabile di ristoranti alla portata di tasche normali ce ne sono, ma ne esco sempre un pò così, come se alla fine mi mancasse sempre l'idea di essermi fatta una bella scorpacciata di pesce fresco e cucinato come si deve!

poi scopriamo a Collecchio, un paese a circa 15km da Parma, che la cuoca di uno dei più rinomati ristoranti di pesce della nostra provincia ha aperto un locale tutto suo, L'Osteria.
la curiosità è a mille ma anche la paura di lasciarci un terzo dello stipendio, così rimandiamo nell'attesa di sentire i pareri di altre "cavie".
e i pareri arrivano, giusto prezzo, pesce fresco e una gestione del tutto particolare e simpatica!

si deve prenotare perchè il locale non è grandissimo, è un'ambiente famigliare, senza fronzolami inutili, si entra e la cameriera (simpaticissima e molto molto alla mano) ti invita a servirti del vino e del pane sul tavolone appositamente approntato, lei nel frattempo porta l'acqua.
poi mentre aspetti il menù arrivano le portate.
si, il menù è unico, a parte qualche piatto diverso ordinato al momento della prenotazione per motivi di allergie varie.
gli antipasti sono 6 o 7 portate, tutto cucinato in maniera molto semplice con un piccolo tocco di creatività e con un'occhio particolare sul pesce azzurro, hamburger di tonno, crudo di salmone con salsa piccante, sarde in saor, alici marinate con cipolle caramellate, capesante ai pistacchi ecc
segue il primo e un secondo, dolce, caffè e liquori, tutto compreso nel menù a 35 euro a testa.
e mentre si cena ci si alza a prendere il pane se lo abbiamo finito, il vino, l'atmosfera diventa quella di una cena a casa propria, e scusate se sono una sempliciotta ma io preferisco così, detesto il cameriere dietro alle spalle che ti riempie il bicchiere appena vede che ne è rimasta una goccia o che ti chiede mille volte al secondo se è tutto a posto!

quindi, tutto questo papiè dal quale giuro non guadagno nulla è solo per dire che la ricetta di questa maionese me l'ha data molto generosamente la titolare del ristorante (meditiamo noi foodblogger che non cacciamo il segreto dello chef manco a pagare!), lei la serve con l'hamburger di tonno ma va bene con qualsiasi pesce, io ne vado matta e spero che la proverete anche voi, ne resterete conquistate, ci scommetto!

la ricetta è di una semplicità disarmante, lei mi ha detto di misurare "a dita":
un dito di tuorli
un dito di salsa di soia
due dita di olio versato a filo nel mixer mentre si monta

se voi avete la vostra ricetta per una buona maionese vi basterà mettere la salsa di soia al posto del limone e/o dell'aceto, voilà, finita!
e per la vigilia date libero sfogo agli accostamenti, io ieri sera ho grigliato dei gamberoni e li ho pucciati nella salsa!







19 commenti:

  1. Bello, trovare posticini così, sentirti accolta e a tuo agio, senza fronzoli inutili e soprattutto con del buon cibo!! La maionese alla soia, poi, è un'idea davvero stuzzicante!

    RispondiElimina
  2. Mi ispira moltissimo, non ho mai fatto la maionese in casa perché la trovo un po' "forte" per i miei gusti ma questa versione con la salsa di soia è da provare! :) grazie!

    RispondiElimina
  3. Che versione originale, mi piace. E' assolutamente da provare... Ciao ciao!

    RispondiElimina
  4. provatela ragazze, giuro che ne rimarrete conquistate!
    grazie e buon we!

    RispondiElimina
  5. Cavolo! Io adoro la maionese, è la mia salsa preferita e con questa aggiunta sarà ancora meglio. Poi hai avuto una splendida idea ad abbinarla con i gamberoni :D

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  6. Mmm è sparito il mio commento :(( vabbe dunque dicevo che abitando a reggio sono messa nella tua stessa condizione per fortuna che di tanto in tanto si trovano dei localini che ti vengono incontro! Adoro la maionese e questa poi mi incuriosisce davvero molto, l'abbonamento poi con il pesce mi piace ancora di più! Bacioni
    Donatella

    RispondiElimina
  7. Spettacolare! Mai provato a fare la maionese, lo dico ogni volta che la uso...questa versione deve essere davvero speciale, mi intriga moltissimo!
    Bacioni,
    Cri

    RispondiElimina
  8. ma quanto mi piacciono le ricettine così! bravissima :) buon fine settimana!

    RispondiElimina
  9. grazie, anche a voi raccomando di provarla, non la lascierete più!

    RispondiElimina
  10. Ciao!! che bella la maionese...
    Io ho vissuto a Parma per 3 anni..adesso faccio avanti e indietro con l'università... il pesce sinceramente non l'ho mai mangiato li al ristorante.. le poche volte che sono andata a cena fuori solo giapponese e poi in centro " da corrieri!"...
    Mi unisco ai tuoi follower,chissà che non abbiamo altre cose in comune!
    Se ti va passa da me,
    A presto,
    Monica

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia, me la vendo a natale!

    RispondiElimina
  12. sorprendente che ti ne abbia ceduto la ricetta! In genere, si te la danno, ma senza quel quid che ne è poi il punto cruciale. Interessante da accostare al pesce! La provo

    RispondiElimina
  13. Quando ho letto "maionese di soia" pensavo ti riferissi alla maionese vegana, che adoro da quando l'ho assaggiata per la prima volta in una gastronomia vegetariana genovese.
    Invece è la salsa di soia, ehehe, che scimmia (io, non tu ;)). E mi piace tantissimo l'idea di utilizzarla per la maionese. Grande la titolare del ristorante e grandiosa la Dauly che la condivide nel suo blog ^__^!

    RispondiElimina
  14. Che bella idea, ricetta segnata. Buona serata Daniela.

    RispondiElimina
  15. Non l'ho ancora assaggiata ma già so che mi piacerà. Già che ci sono mi segno pure il ristorante che così come lo descrivi mi attira davvero tanto.

    RispondiElimina
  16. Sicuramente la proverò, io per la maionese faccio la classica ricetta, tuorli bio, un buon olio di semi, mais o girasole, hanno meno sapore, e in fondo un cucchiaio di evo per dare il tocco finale, adesso aggiungerò la soia, voglio provarla...un abbraccio

    RispondiElimina
  17. Grazie per la dritta, perchè non conoscevo questo posto e a Parma, è davvero così difficile trovare un ristorante di pesce di qualità
    Buona questa mayo per il pesce e curiosa l'unità di misura "a dita"! :)

    RispondiElimina
  18. grazie a tutte, sono contenta che l'idea vi sia piaciuta, e un grazie anche alla chef che me l'ha gentilmente concessa!
    buona settimana!

    RispondiElimina

articoli correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...