lunedì 27 aprile 2015

risotto vintage alle fragole, piselli e zucchine






vintage perchè il risotto alle fragole arriva direttamente a cavallo di quegli anni '70 e '80 in cui mi approcciavo alla ristorazione dopo un'adolescenza passata in pizzeria.
erano i tempi dei gamberetti in salsa rosa, che adesso mi fanno venire i bruciori di stomaco ma che allora facevano tanto chic che bisognava ordinarli a tutti i costi!

erano anche i tempi in cui cominciavo a cucinare perchè ero già sposata con un bimbo piccolo e compravo le enciclopedie a fascicoli sperimentando ricette che lasciavano i miei sgomenti, le presentazioni non sono mai state il mio forte e mi mancavano i fondamentali anche solo per capire da che parte si iniziava a cuocere un arrosto, avevo 20 anni, ero anche troppo volenterosa!

ma una cosa l'ho sempre avuta, la curiosità, la voglia di assaggiare nuovi sapori, un appetito degno di un uomo e oltretutto di bocca buona, difficile trovare qualcosa che non mi piaccia!

e fra un fallimento culinario e l'altro, qualcosa di riuscito e i miei sempre rassegnati a quella cuochina in erba c'erano le uscite a cena al ristorante dove finalmente potevo ordinare quello che nella mia testa mi sarebbe piaciuto saper creare con le mie mani.
in particolare frequentavo spesso un ristorante ai tempi abbastanza innovativo dove per l'appunto trovavi nel menù il risotto alle fragole oltre uno al melone con una spolverata di polvere di caffè, andavo in estasi, in visibilio, non potevo credere che con la frutta si potessero cucinare piatti salati!

quanto tempo è passato, il ristorante ha cambiato tante di quelle gestioni che non ne tengo il conto, il risotto alle fragole non esiste praticamente più in nessun menù, superato da altri tipi di ricette e di modi di pensare alla ristorazione, siamo passati attraverso la nouvelle cuisine, adesso siamo in pieno delirio culinario che forse ci porterà ad odiare il cibo tanto ne siamo bombardati, ma ve lo confesso, a me il risotto alle fragole continua a piacere ed ogni tanto me lo preparo.

questa è una variante deliziosa, con piselli e zucchine croccanti, se per una volta volete essere vintage anche voi provatelo, non vi deluderà!







RISOTTO ALLE FRAGOLE, PISELLI E ZUCCHINE:

200g di riso carnaroli
150g di zucchine
250g di piselli
100g di fragole
1 scalogno
mascarpone
olio extravergine d'oliva
sale
acqua

mettere a bollire una pentola con 2 litri di acqua salata,
lavare le zucchine e sgranare i piselli,
tagliare la parte verde delle zucchine a piccoli cubetti e tenere da parte l'interno,
lavare 3-4 baccelli dei piselli,
lavare velocemente le fragole e tagliarle a pezzetti,
mettere la parte interna delle zucchine, i baccelli lavati e mezzo scalogno nell'acqua bollente e far cuocere per circa 20 minuti,
in una casseruola versare 3 cucchiai di olio e profumarlo con l'altra metà dello scalogno lasciata intera,
togliere lo scalogno e versare il riso, mescolarlo per farlo tostare quindi sfumarlo con un mestolo di brodo preparato e tenuto caldo,
quando prende il bollore abbassare la fiamma ed aggiungere un mestolo di brodo per volta come in un risotto classico,
a 5 minuti dalla fine di cottura del riso aggiungere le zucchine, i piselli e metà delle fragole, finire la cottura e togliere dal fuoco,
mantecare con un cucchiaio colmo di mascarpone ed aggiungere le fragole rimaste,
mescolare delicatamente e lasciare riposare per un paio di minuti prima di servire decorando con qualche pezzetto di fragola e verdure.

il quantitativo di mascarpone è indicativo, dipende da quanto ne assorbirà il riso, fate in tempo ad aggiungerne un po'.
le verdure devono rimanere croccanti, usate delle zucchine piccole. saranno più dolci.
potete anche mettere un paio di foglie di menta tritate, io l'ho dimenticata ma darà una piacevole freschezza.

con questa ricetta partecipo al contest Rice Blogger 2015






giovedì 23 aprile 2015

cioccolato mon amour. insieme per sostenere la ricerca






sono contenta di essere stata contattata per presenziare a questo evento-cena al quale invito anche voi. chi vive nelle vicinanze di Parma, Reggio Emilia, Modena o anche più lontano, se volete dare un sostegno a chi si impegna per aiutare la ricerca per la Sindrome del cromosoma 14 e vorrete allo stesso tempo passare una serata nel segno della buona ristorazione e della scoperta del cioccolato non solo nelle preparazioni dolci, leggete il programma qui di seguito, io ci sarò e spero che ci sia tanta tanta gente generosa!


Amore per il cioccolato, il cioccolato che dona amore

Cioccolato mon amour. Insieme per sostenere la ricerca” è una manifestazione/cena benefica il cui ricavato sosterrà al ricerca per aiutare i bambini affetti da “Sindrome del Cromosoma 14”.

L'evento, promosso dall'Associazione “Ring 14” e sostenuto da LocandaRistorante Cà Matilde, cantine Tarlao Vignis in Aquileia e pasticceria Torinese dal 1910 si terrà il prossimo 29 aprile 2015 a partire dalle ore 20.00 presso il già citato Ristorante locanda Cà Matilde a Rubbianino di Quattro Castella (RE) in Via della Polita 14.


Il tema della serata, come si evince dal nome, sarà il cioccolato, protagonista indiscusso di una cena, dall'antipasto al dolce, ideata da due maestri del gusto come Andrea Incerti Vezzani, chef di Cà Matilde e Stefano De Pietri, maître pâtissier della Torinese 1910 di Reggio Emilia. Francesco Tarlao introdurrà, invece, i commensali, ai vini di Cantina Tarlao in Aquileia, con una proposta di calici di accompagnamento al menu a base di cioccolato.

La serata sarà inoltre l'occasione per partecipare all'asta benefica, per sostenere “Ring 14”. I centrotavola della serata, infatti, a termine della stessa, saranno messi all'asta e verranno aggiudicati al miglior offerente che, con il suo contributo, aiuterà la causa.

Cioccolato mon amour . Insieme per sostenere la ricerca” sarà un'occasione imperdibile per fare del bene e delizierà il palato degli amanti del cibo degli dèi con un menu da leccarsi i baffi:
  • Tart tatin di melanzana, crema a tre latti con gelato al cioccolato e cardamomo
  • Hamburger di Fassona piemontese, Parmigiano Reggiano, maionese al cioccolato
e patate croccanti
  • Raviolini del Plin cacio e pepe, guanciale e gruè di cacao
  • Prosciutto di maialino in porchetta, asparagi, uovo pochi e bernese al cioccolato bianco
  • Dessert (a sorpresa by Torinese 1910)
  • Piccoli incarti al cioccolato

  •  Un sorpresa sarà infine riservata agli gli ospiti che parteciperanno alla cena: una moneta d'oro verrà nascosta nei “piccoli incarti al cioccolato”, il fortunato che scoverà il tesoro riceverà un esclusivo regalo gourmet.

    La partecipazione alla serata prevede prenotazione obbligatoria al costo di 70 euro a persona. Tutto il ricavato andrà a favore della ricerca sostenuta dall'associazione “Ring 14” per i bambini affetti da “Sindrome del Cromosoma 14” (per ulteriori informazioni in merito visitate il sito www.ring14.it)



  • Conoscere Ring 14
    L’Associazione Ring 14 Italia nasce come Onlus a Reggio Emilia nel maggio del 2002 dall’iniziativa di un gruppo di famiglie con bambini colpiti da una malattia genetica rara, provocata da alterazioni del cromosoma 14.
    La “Sindrome del Cromosoma 14” è una malattia genetica rara causata da un’alterazione, nel nostro DNA, della quattordicesima coppia di cromosomi, le conseguenze dell’alterazione di questa coppia di mattoncini fondamentali del nostro patrimonio genetico sono devastanti per varietà e gravità: ritardo mentale e difficoltà nel linguaggio, autismo, epilessia, infezioni respiratorie, difficoltà nell’alimentazione. Attualmente non esistono terapie efficaci: la Sindrome del cromosoma 14 è una malattia senza cura. La sfida è nella cura e nell’urgenza della cura!
    Noi esistiamo perché questa malattia è oggi ancora incurabile: le famiglie e i medici hanno pochi strumenti a disposizione per ottenere un quadro completo ed esaustivo sui sintomi e sulle terapie più idonee. Nei primi 12 anni di attività, Ring 14 Italia ha costantemente offerto linfa vitale alla ricerca scientifica, oltre a garantire assistenza continua alle famiglie dei piccoli affetti dalla Sindrome del cromosoma 14. L’esperienza e la credibilità guadagnate sul campo dalla Onlus italiana hanno portato alla nascita di associazioni gemelle in Francia (Ring 14 France) e negli Stati Uniti (Ring 14 USA Outreach), fino alla recente fondazione di un vero e proprio network internazionale di coordinamento fra le varie realtà impegnate a livello locale: Ring 14 International, con sede a Milano.

    Per informazioni e prenotazioni: Tel. 0522 421037 – cell- 3489500941 - info@ring14.it
  • I fondi raccolti saranno destinati al finanziamento di progetti di ricerca, su base internazionale, volti a scoprire i meccanismi che causano queste malattie al fine di trovare presto una cura efficace per questi bambini così duramente colpiti. Attualmente in fase di selezione da un comitato di esperti che sceglierà i più meritevoli.




articoli correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...